Due navi da crociera, la ‘Star Princess’ e la ‘Adonia’, che trasportano migliaia di passeggeri, sono stati bloccate all’ingresso del porto di Ushuaia, capoluogo della provincia Argentina della Terra del Fuoco.

I motivi di questo divieto sono da attribuirsi alla bandiera delle due imbarcazioni.

Queste infatti battono una bandiera di comodo (o convenienza) britannica, anche se in realtà la ‘Star Princess’ batte bandiera delle Bermuda.

La governatrice della Terra del Fuoco, Fabiano Rios, non ha fatto altro che invocare la legge “Gaucho Rivero” emanata quattro mesi fa, che proibirebbe l’accesso, la permanenza e il rifornimento nel territorio a tutte le navi battenti bandiera britannica o quelle considerate di comodo. Le motivazioni di questa legge risiedono ancora nello scontro tra Argentina e Regno Unito per il controllo delle Isole Falkland e il blocco delle due navi è solo l’ultimo episodio di un’evidente rapporto politico difficile tra le due nazioni.

L’attuazione di questa legge però potrebbe comportare importanti danni all’economia del turismo di cui vivono queste zone. Basti pensare che la ‘Star Princess’ trasportava 2.580 passeggeri, mentre la ‘Adonia’ ne contava 710, il che significa 3.290 turisti persi.