E’ stato scarcerato il blogger russo anti-Putin Alexei Navalny: il tribunale di Kirov, dopo la condanna a 5 anni di carcere per frode e appropriazione indebita, ha accolto la richiesta della procura di permettere all’avvocato anti-corruzione, di attendere l’esito del ricorso di appello fuori dal carcere, ma in libertà vigilata.

La decisione relativa alla libertà vigilata è stata suggerita dalla procura di Kirov, città settentrionale in cui è stato condannato, e la richiesta è stata accolta da Serghei Blinov, il presidente del tribunale. E’ probabile che la scarcerazione di Navalny e del co-imputato Pyotr Ofitserov miri ad abbassare la tensione nel Paese seguita alla condanna.

Il leader dell’opposizione extra-parlamentare russa dovrà rimanere a Mosca e ha fatto sapere di avere ancora dubbi sulla possibilità di correre alle elezioni per il sindaco della capitale russa, in programma a settembre affermando che si tratterà di “una decisione da prendere dopo aver discusso con i coordinatori della campagna elettorale”.

photo credit: valya v via photopin cc