Potrebbe essersi trattato di un presunto caso legato al fenomeno del Blue Whale quello che i carabinieri di Molfetta (in provincia di Bari) avrebbero sventato stamattina. Un giovane di diciassette anni è stato infatti salvato mentre si era posizionato sui binari della ferrovia, proprio nei pressi della stazione di Molfetta. Nonostante il ragazzo abbia negato di essere stato vittima del fenomeno del Blue Whale, i carabinieri avrebbero notato tracce di autolesionismo sul suo corpo. Da qui l’ipotesi che lo stesso possa essere stato vittima di tale pratica, che ricordiamo porta giovanissimi a compiere una serie di atti – tra cui quelli autolesionisti – che poi si concludono col suicidio.

Ad allertare i carabinieri una segnalazione telefonica anonima, che avrebbe avvisato della presenza del giovane sui binari della ferrovia. Le forze dell’ordine sono riuscite ad arrivare in tempo affinché al ragazzo non accadesse nulla di male e a quanto pare, appena giunti sul posto, sarebbe stato lui stesso ad escludere l’ipotesi che il suo tentativo di gesto estremo potesse essere collegato al gioco mortale del Blue Whale di cui tanto si parla negli ultimi tempi.

Nonostante la dichiarazione del giovane, i carabinieri hanno comunque proceduto con il sequestro di tutti i dispositivi elettronici in suo possesso, onde escludere del tutto che possa essersi trattato di un episodio legato al Blue Whale.