Dramma familiare a Bologna. Un uomo di 51 anni questa mattina ha ucciso l’anziana madre, a pochi giorni dal suo rientro a casa dopo una degenza in ospedale, prima di tentare il suicidio. L’assassino ha finito la donna colpendola ripetutamente con un coltello, poi, forse in preda ai sensi di colpa o nel timore delle conseguenze del suo gesto, si è lanciato dalla finestra per porre fine anche alla sua vita.

L’omicidio dell’anziana donna di 89 anni è avvenuto in una palazzina di Borgo Panigale, quartiere nella parte nordoccidentale di Bologna. L’assassino si è gettato da una finestra dell’appartamento del secondo piano, nello stabile di via Koch in cui abita la famiglia.

Stando a una prima ricostruzione del delitto, al momento dell’omicidio in casa c’era anche il padre del 51enne, un anziano di 94 anni. L’uomo non sarebbe potuto intervenire per difendere la moglie dalla furia omicida del figlio in quanto gravemente malato. L’anziano non si sarebbe neanche accorto di quanto stava accadendo in casa perché dormiva nella sua stanza.

La Polizia di Bologna, intervenuta sul luogo del crimine, ha immediatamente allertato i soccorsi. Per la donna, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Il figlio ha riportato diverse fratture nel lancio dal secondo piano dello stabile e in questo momento si trova ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna.

La sua camera è piantonata dagli agenti. La prognosi è riservata ma l’uomo, Gabriele Galletti, un bidello del Dams, potrebbe salvarsi. Durante la caduta, infatti, il corpo è stato protetto da alcuni stendibiancheria che avrebbero limitato i danni dell’impatto diretto con il suolo.

Omicidio e tentato suicidio a Bologna: ancora ignoto il movente

Dalle prime analisi sul corpo della vittima, Vilelma Pulga, è emerso che la donna sarebbe morta per un fendente al collo. La Procura ha aperto un’indagine per chiarire la dinamica dell’omicidio e capire il movente del brutale delitto, ancora ignoto agli inquirenti. L’inchiesta è coordinata dal pm Antonella Scandellari e dal procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini.