Una festa in discoteca, fuochi d’artificio, scoppia un incendio. La gente non riesce a fuggire: è una strage231 persone sono morte questa notte in Brasile e circa 100 hanno dovuto ricorrere all’ospedale, almeno secondo i media locali. La tragedia è accaduta nella città di Santa Maria, situata a circa 300 chilometri da Porto Alegre, capitale dello Stato di Rio Grande do Sol. Nel locale notturno “Kiss”era in svolgimento un concerto di due gruppi locali. Partecipavano più di duemila persone. Nel programma era previsto anche uno spettacolo pirotecnico. Secondo le prime indagini, intorno alle 5 (ora italiana), un razzo bengala che sarebbe stato lanciato da uno dei cantanti ha colpito il soffitto; il materiale per l’isolamento acustico ha preso fuoco, facendo divampare rapidamente l’incendio in tutto il locale. Le fiamme erano talmente intense che i pompieri hanno impiegato circa tre ore per spegnerle.

Il bilancio delle vittime è così alto perché il locale aveva una sola uscita; inoltre , a quanto risulta da testimonianze di alcuni sopravvissuti riportate dalla stampa locale, la porta sarebbe stata inizialmente bloccata dal personale del locale, per impedire l’ingresso di gente senza biglietto.

I pompieri hanno infatti dovuto aprire buchi nei muri per entrare e permettere anche l’uscita della gente intrappolata.

Il responsabile dei vigili del fuoco ha dichiarato che la discoteca non era in regola. Il permesso per il funzionamento era scaduto lo scorso agosto, poiché erano obbligatori lavori per aprire un’uscita di sicurezza e anche migliorare la segnaletica interna. Sembra infatti che la maggior parte dei morti sia entrata nel bagno, confondendo il cartello con quello dell’uscita.

Il ministero degli Esteri italiano ha informato che sono in corso accertamenti per stabilire se vi fossero anche cittadini italiani in quella discoteca.

UPDATE 28/1: Il numero dei morti è di 231. Inizialmente si era parlato di 245. Fonti d’informazione locale riportano che la polizia ha arrestato due membri del gruppo musicale e uno dei proprietari del locale. L’accusa è di omicidio colposo.

MONDO INSANGUINATO

Egitto nuovi scontri: strage allo stadio, 30 vittime e centinaia di feriti a Port Said

Strage New Mexico: altro bagno di sangue, 15enne stermina la famiglia

Strage Aurora 2013: altro massacro dopo Batman, un folle provoca 4 morti

Incidente Cermis: in Trentino sei morti e due feriti gravissimi

Siria strage: bombardano un panificio, quindici morti

Strage scuola Connecticut: l’omicida ha ucciso la madre prima del massacro