Di ieri la notizia che una bimba di un anno è stata azzannata da due pitbull mentre si trovava nel cortile di casa a Flero, in provincia di Brescia, insieme al nonno. A nulla sono valsi i tentativi dell’uomo di difendere la piccola.

Inquirenti ed esperti cinofili sono all’opera per cercare di ricostruire la vicenda nel dettaglio. Stando alle prime ipotesi, i due pitbull avrebbero attaccato la piccola Victoria Zikaj per difendere il loro cibo.

Infatti, la piccola di un anno si sarebbe avvicinata ai due cani gattonando, quindi mettendosi al loro livello. I due pitbull a quel punto non avrebbero riconosciuto la bimba come umana ma come un cane.

La bimba di 13 mesi, che si trovava in giardino da sola con i due cani, appena si è avvicinata alle ciotole piene di cibo, è stata attaccata come confermerebbe una macchina di sangue. La piccola è praticamente morta sul colpo dopo essere stata morsa, anche alla testa.

Il nonno si è subito fiondato per difendere la sua nipotina, ma purtroppo le ferite riportate erano troppo gravi e la bimba è morta in ospedale poco dopo il suo ricovero. Il nonno è fra gli indagati per omicidio colposo per non essere stato attento a controllare la nipotina affidatagli dalla madre. I cani sono stati abbattuti sul posto e sono in corso le indagini per capire se i due animali fossero malati di rabbia.