Un morto e sei feriti. Costa caro la gomma posteriore bucata di un Fiat Doblò, sul quale viaggiava una squadra di operai indiani residenti a Brescia.

DRAMMATICO SCHIANTO

Fatale la brusca sbandata del furgone, poi rovesciatosi su un lato in mezzo alla carreggiata dell’autostrada A4. Quando sono arrivati i soccorsi per Suresh Kumar, muratore 41enne, non c’è stato più nulla da fare. Con lui a bordo altri sei connazionali, soccorsi dal personale del Suem 118 e trasportati in ospedale: nessuno di loro è in gravi condizioni. Accaduto il tragico incidente intorno alle 17,15 di ieri nel tratto dell’A4 compreso tra i caselli di Montecchio e Montebello, in direzione di Milano.

LA DINAMICA

Ancora all’esame la dinamica dell’incidente della polizia stradale di Schio, guidata dal vice questore aggiunto Silvia Lugoboni e dal sostituto commissario Gianfranco Bertagnoli. In base alla ricostruzione fatta dagli agenti, il gruppo di operai edili stava tornando a casa terminata la giornata di lavoro, quando uno degli pneumatici del veicolo è esploso all’improvviso. Il 22enne Samdet Kumar, trovatosi al volante, non è più riuscito a governare il furgone, finito su un lato lungo la seconda corsia, senza causare altri incidenti.

I SOCCORSI

Alcuni automobilisti hanno sollevato il Doblò per liberare gli occupanti, dando poi l’allarme. Intervenuti poco dopo in autostrada il Suem, i vigili del fuoco e la polizia stradale. Per Suresh non c’è stato più nulla da fare, mentre i suoi connazionali sono stati portati al pronto soccorso con codici di bassa gravità. Chiuse la prima e la seconda corsia dell’A4, al fine di consentire ai poliziotti di effettuare i rilievi. In breve tempo si è così formato un serpentone di auto e camion di circa una dozzina di chilometri. Bloccato inoltre in entrata durante le operazioni il casello di Montecchio e gran parte dei mezzi si è riversata sulla regionale 11, paralizzandola. Disagi terminati verso le 20.