E’ morto Yaisy Bonilla, un ragazzo di 21 anni di origine colombiana, che è stato accoltellato all’alba a Brescia, mentre si trovava fuori da una discoteca. Ancora un altro omicidio fuori dai locali della movida: prima Emanuele – pestato a sangue da un branco inferocito di 20 persone – adesso Yaisy che non ce l’ha fatta ed è deceduto. Il giovane, infatti, è stato raggiunto da alcune coltellate all’addome e, trasportato d’urgenza all’ospedale più vicino, è stato immediatamente sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. Le sue condizioni, però, fin dal primo momento sono apparse assai critiche.

Accoltellato da un connazionale forse per un litigio

Stando alle prime ricostruzioni dei fatti, il ragazzo si trovava in compagnia della sua fidanzata quando, all’improvviso, è stato accoltellato in strada, mentre si trovava all’esterno della discoteca di Brescia. Gli inquirenti, in queste ore, stanno indagando per capire meglio cosa sia successo: è caccia all’aggressore.

Pare che ad accoltellarlo sia stato un connazionale con il quale la vittima aveva discusso pochi minuti prima all’interno del locale. Non è chiaro il motivo del litigio né se ci fossero testimoni nel momento dell’omicidio. L’unica persona che potrà chiarire meglio la dinamica dei fatti è la fidanzata, ancora sotto shock, che è stata già ascoltata dalla polizia.