Cameron si dimette, le Borse crollano, la sterlina va giù, gli euroscettici esultano. Questo il risultato dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea: ha vinto il fronte dei Leave con quasi il 52% che ha sancito il divorzio di Londra da Bruxelles. Un divorzio – quello della Brexit – che, però, non sarà immediato. Anzi, si tratterà di un lungo processo che durerà almeno due anni.

Brexit, Gran Bretagna nell’Ue per almeno due anni

Per il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, ci vorranno almeno 7 anni per l’uscita definitiva dall’Ue, per la rinegoziazione dei trattati e, dunque, per sancire l’addio all’Europa. Secondo il governo britannico, invece, potrebbero servire addirittura dieci anni. Dal punto di vista formale, occorre ricordare che il referendum sulla Brexit non è legalmente vincolante ma Cameron, annunciando le sue dimissioni, ha voluto precisare che la volontà popolare verrà rispettata, che nulla cambierà per i cittadini europei residenti a Londra (come per i tanti italiani che lavorano nella City, ndr) e che il negoziato di uscita sarà curato da un nuovo leader politico. Non da Cameron, quindi.

Brexit, rivedere 45 anni di legislazione europea

Tusk ha assicurato che non ci sarà “vuoto legale”, ovvero l’Unione Europea resterà valida nel Regno Unito fino alla sua uscita formale.  Intanto è attesa la riunione del vertice Ue già martedì e mercoledì prossimi al fine di attivare l’articolo 50 che consentirà l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa. Un processo lungo e complesso: la richiesta formale all’Ue potrebbe arrivare solo dopo l’estate. Intanto la Gran Bretagna dovrà rivedere i 45 anni di legislazione europea, dall’energia al mercato interno passando per i servizi finanziari.

Brexit, un addio lungo e complesso

La Gran Bretagna continuerà a stare nell’Ue, dunque i suoi membri voteranno e prenderanno decisioni a Bruxelles, non partecipando però alle decisioni sulla Brexit, in attesa dell’ok del Consiglio e Parlamento Ue che sancirà ufficialmente il divorzio dall’Europa. Ma ci vorranno almeno due anni.