Buone notizie per gli studenti dell’Unione Europea che hanno intenzione di fare domanda per frequentare le università della Gran Bretagna nell’anno accademico 2017-2018 e che intendono richiedere prestiti o borse di studio per sostenere i costi dello studio all’estero. Nonostante l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue – che ha suscitato polemiche e timore per future ripercussioni – agli studenti non cambierà nulla. Almeno per il prossimo anno. Lo ha annunciato il governo britannico assicurando gli studenti dell’Ue che non muteranno i termini per le agevolazioni universitarie a seguito della Brexit.

Brexit, buone notizie per gli studenti Ue

Stando alle prime informazioni, verranno garantiti anche prestiti e borse di studio a coloro che decideranno di frequentare corsi post-diploma. “Gli studenti internazionali forniscono un importante contributo al nostro rinomato sistema universitario” ha detto il Ministro dell’Università Jo Johnson che poi ha aggiunto: “Vogliamo che questo contributo conti e la possibilità di garantire agli studenti l’idoneità a beneficiare di eventuali aiuti finanziari, non soltanto per l’anno a venire, ma per tutta la durata dei loro corsi, permetterà di dare maggiore sicurezza a studenti ed università” ha concluso.

Brexit, la Gran Bretagna è uscita dall’Ue

Insomma, nonostante l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue, per gli studenti europei non cambierà nulla: tutto resterà come prima per una precisa volontà del Governo.