La possibilità che dopo la Brexit nel Regno Unito si possa tornare alle urne per un secondo referendum sulla medesima questione – ossia l’uscita dall’Unione Europea – è stata esclusa dal governo di Londra e a breve sarà ufficialmente annunciato dal Primo Ministro David Cameron che questo pomeriggio dovrebbe parlare ai Comuni.

La decisione ufficiale di non proporre una seconda consultazione referendaria sulla Brexit è stata comunque già presa dal primo consiglio dei ministri che si è svolto nel Regno Unito dopo l’uscita dall’Europa. E piuttosto che puntare l’attenzione su un secondo referendum, i governi francese e tedesco stanno cercando di accelerare i tempi dell’uscita effettiva. Anche per loro, dunque, la volontà dei britannici di uscire dall’Ue è stata espressa in modo piuttosto chiaro: adesso bisognerebbe soltanto sveltire le pratiche il più possibile, affinché l’Europa possa guardare avanti e ripartire, con o senza la Gran Bretagna.

Il portavoce del presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker si è anche affrettato ad annunciare che le voci di sue possibili dimissioni sono assolutamente infondate e che Juncker resta dov’è. Il presidente della Commissione ha fatto chiaramente intendere di non aver apprezzato la decisione del Regno Unito ma ha anche affermato, in modo piuttosto piccato, che in fin dei conti i britannici all’Unione europea non hanno mai creduto e aderito davvero. Insomma, un amore che non è mai nato e che si sarebbe quindi concluso di conseguenza.

Mentre però Londra e Parigi premono sul tasto dell’acceleratore, i diritti interessati – i britannici – sembrano non volerne sapere di fare le cose con fretta. Lo ha affermato anche Boris Johnson, ex sindaco di Londra maggiormente accreditato come successore del dimissionario Primo Ministro David Cameron. “Non c’è fretta di lasciare l’Unione europea“, avrebbe dichiarato al Daily Mail. D’altra parte sembra quasi certo che lo stesso Cameron non chiederà la Brexit al prossimo summit dell’Unione europea, nonostante l’invito da parte del parlamento europeo sia già stato inoltrato.