Era una provocazione voluta e ha centrato l’obbiettivo di attirare l’attenzione dei media: l’allievo di Andy Warhol, il fotografo Gerald Bruneau, ha scattato delle immagini dei Bronzi di Riace dopo averli agghindati con un velo da sposa, un tanga leopardato e un boa rosa. La vicenda risale al mese di febbraio scorso ma le foto e i video dell’ “impresa” sono stati resi noti solo in questi giorni, dal sito di Dagospia.

Bruneau non è nuovo a queste provocazioni (aveva già avvolto in tulle rosso la statua di Paolina Borghese esposta alla Galleria Borghese di Roma) ma intanto sono scoppiate anche delle polemiche. Gli scatti, infatti, non sono stati autorizzati dalla Soprintendenza dei beni archeologici della Calabria. Simonetta Bonomi, la soprintendente, lancia anche alcune accuse in merito, dichiarando che trova strano come questi scatti siano saltati fuori solo nel momento in cui si parlava dell’eventuale trasferimento dei Bronzi in altri musei, come se il tutto fosse stato orchestrato.

photo credit: Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte via photopin cc