E’ stato lo stesso fondatore e presidente del marchio di cachemire di lusso, Brunello Cucinelli ad annunciare la notizia secondo cui a partire da gennaio verrà lanciato un progetto dedicato all’abito maschile. L’annuncio è stato fatto in occasione dell’evento “Luxury&Finance 2013”, svoltosi tra il 14 e 15 ottobre a Milano da Borsa Italiana.

Recentemente il brand ha acquisito la sartoria D’Avenza Fashion di Carrara, realtà altamente specializzata nel confezionare abiti per uomo su misura; un’acquisizione che si spiega per l’intento della maison umbra di ampliare la sua offerta sul segmento maschile, che da solo rappresenta il 34% delle vendite totali.

Brunello Cucinelli ha spiegato:

“A noi mancava l’abito da uomo ed ora lo affrontiamo in modo importante. Mentre prima realizzavamo circa 18 abiti all’anno, presenteremo a gennaio in occasione di Pitti Uomo una vera e propria collezione di abiti maschili, sia formali che per il tempo libero. Il posizionamento della collezione sarà alto, come il nostro posizionamento attuale. A Solomeo abbiamo aperto una scuola inerente al nostro core business, che è la maglieria. Vorremmo creare una scuola anche a Carrara, questa volta dedicata all’abito da uomo”.

Racconta l’imprenditore che il brand intende rimanere un’azienda di abbigliamento, con un unico marchio, con un focus assoluto sul lusso esclusivo con un numero limitato di boutique. Non c’è nella strategia alcuna volontà verso la diversificazione con seconde linee, né quella di ampliare l’offerta degli accessori. L’azienda stupisce quando dichiara di non puntare a un forte sviluppo in Cina, zona del mondo nella quale ormai tutti si stanno concentrando.

Brunello Cucinelli ha concluso dicendo:

“In questo mercato abbiamo 10 boutique di qualità in cui offriamo un importante servizio. Non vogliamo essere troppo presenti, come altri grandi marchi di lusso, per poter mantenere una certa esclusività. Cerchiamo di aprire 12-13 negozi all’anno nel mondo, di cui 8-9 negozi in gestione diretta e 3-4 in franchising”.

(Segui Silvia Raffa su makeupandtvseries.it e sui nuovi thestylepedia.com thebeautypedia.com)