Un ragazzino di 13 anni, forse a seguito di una discussione con la famiglia per il suo rendimento scolastico, è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Cannizzaro di Catania poiché ieri si è lanciato dal balcone della sua casa che si trova al terzo di un appartamento sito a Mascali. A spingere il ragazzino – di cui non si riporta il nome per questioni di privacy – a buttarsi nel vuoto i brutti voti registrati a scuola e comunicati ai suoi genitori subito dopo la riunione scuola-famiglia.

Va male a scuola e litiga coi genitori

I risultati del primo quadrimestre non sarebbero stati esaltanti al punto da spingere i genitori ad avere una discussione con il figlio. Il padre è stato già sentito dai Carabinieri per ricostruire meglio la dinamica dei fatti: nessun elemento avrebbe fatto pensare ai suoi genitori che il 13enne potesse spingersi ad un gesto così estremo che avrebbe compiuto – stando alle prime informazioni trapelate – subito dopo essersi chiuso in camera, arrabbiato per la discussione avuta coi genitori.

Era stato al colloquio scuola-famiglia

Al 13enne è stato riscontrato un grave trauma cranico e altre lesioni diffuse: la prognosi resta riservata e il ragazzino rimane ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Cannizzaro di Catania.