La bufera di neve che ha colpito circa la metà orientale del territorio degli Stati Uniti sta facendo registrare un bilancio sempre più drammatico. Nelle ultime ore i morti sono diventati 13. Ben 22 stati hanno subìto la furia di Hercules, così è stata chiamata la bufera. In tutta la nazione i voli cancellati superano i 4.000. Permane lo stato d’emergenza nel New Jersey e a New York dove il nuovo sindaco Bill de Blasio (in carica da quattro giorni) si è messo a spalare la neve, lui che aveva pesantemente criticato il predecessore Michael Bloomberg per la sua gestione delle emergenze.

Ora è il ghiaccio a creare i maggiori problemi. Le temperature sono scese sotto i -20° Celsius ovunque, arrivando a punte di -30°. Circa 120 milioni di abitanti sono alle prese con gli effetti della bufera (foto by InfoPhoto). Si attendono ora problemi anche nelle coste del Maine e a Long Island, oltre che a Boston, già pesantemente colpita.