Buffon accusato di scommesse folli

Alla vigilia del prossimo impegno della nazionale in previsione dei Europei in Polonia dopo una nota riservata delle Procura di Torino inviata a quella di Cremone sembrerebbe che il portiere della naizonale Gigi Buffon avrebbe scommesso circa un milione e mezzo di euro.
Dalla nota e dai controlli della guarda di finanza si evince che l’estremo difensore bianconero e della nazionale italiana in un lasso di tempo ben determinato avrebbe staccato assegni per un cifra complessiva di circa un milione e mezzo di euro a favore della tabaccheria abilitata alle scommesse sportive di Alfieri Massimo.
Gigi Buffon per il momento non è indagato e il suo avvocato sembrerebbe aver comunicato che gli assegni emessi, ben 14, siano serviti per tutelare il patrimonio del suo assistito, le indagini proseguono ma Buffon cerca di tenere alla larga ogni illazione nei suoi confronti.
Della vicenda ha parlato anche Agnelli, descrivendo Gigi Buffon un uomo e atleta leale e non proponso al vizio del gioco, inoltr il presidente della Juventus rimane perplesso sui tempi con la quale questa informativa è stata trasmessa, proprio nel mezzo della bufera del calcio scommesse.