Contro l’Armenia gara valida per i prossimi Mondiali

Buffon non vuole parlare dei veleni del campionato e di conseguenza non vuole parlare dell’esclusione del compagno di nazionale Daniele De Rossi dalla formazione tipo della Roma di Zeman.
Il capitano azzurro sembra molto concentrato e non vuole trascurare la trasferta in Armenia per la gara valida per le qualificazioni ai prossimi mondiali: “Vedo un clima normale, le inquietudini che ognuno porta dal proprio club in nazionale durante l’anno sono quasi all’ordine del giorno, nulla di nuovo. La nazionale è un pò immune da tutte queste negatività”.
Buffon ha voluto poi smorzare i toni della vicenda che riguarda Daniele De Rossi: “Non c’è nulla di complicato o stravolgente, è capitato che per una domenica l’allenatore abbia deciso di tenerlo fuori. Non si sanno le reali motivazioni, ma a prescindere da questo il valore e l’apporto che riesce a dare lui prescinde da tutte le varie problematiche che si può portare dietro. Noi ce l’abbiamo, ce lo teniamo stretto e siamo felici che sia uno dei nostri”.
Dall’alto della sua esperienza Buffon ha parlato anche di Zeman: “Zeman ha dimostrato di essere una persona coerente, sicuramente è un personaggio, come tale lo è diventato prima sul campo con dei meriti tangibili, perchè ha fatto cose straordinarie nelle società in cui ha allenato, e poi di conseguenza per un certo modo di proporsi che probabilmente non eravamo nemmeno abituati ad avere. E ogni tanto si fa fatica a stargli dietro…A volte può eccedere ma quando si parla sempre di certe tematiche, che sono anche delicate, è normale che ogni tanto si rischi qualche eccesso”.