Choc a Firenze dove tre ragazzini hanno umiliato un ragazzo down negli spogliatoi subito dopo aver giocato a calcio. Uno scherzo che la madre del giovane – un 13enne vittima di bullismo – ha definito “orribile”.

Ragazzo down preso in giro nello spogliatoio

Stando alle prime informazioni, il ragazzo down sarebbe stato aggredito mentre si trovava all’interno dello spogliatoio della società sportiva in cui si allena da tempo. Sono stati in tre ad umiliarlo costringendolo a mangiare una merenda impregnata d’acqua. Solo un ragazzino lo avrebbe difeso chiedendo agli altri di smetterla di prenderlo in giro e di sottoporlo a tale umiliazione. È stato proprio lui a denunciare l’episodio ai familiari della vittima che, adesso, hanno deciso di far venire fuori la triste vicenda anche attraverso i social network.

Ragazzo down difeso solo da un amico

“In quello che è successo c’è qualcosa di bello” ha commentato il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, riferendosi all’amico che ha tentato di difenderlo in tutti i modi. “Hai dimostrato un coraggio, una correttezza e una forza che quei tre messi insieme non avranno mai” ha scritto la madre del ragazzo down ringraziando l’adolescente che ha denunciato l’accaduto e che ha provato a mettersi in mezzo tra la vittima e gli aggressori.