È uscito il bando ufficiale dedicato alla Buona scuola. La tanto discussa e contestata riforma approvata dal governo di Matteo Renzi può quindi prendere il via. Ecco come fare a partecipare per poter ottenere uno degli oltre 100 mila posti che il disegno di legge prevede per i prossimi mesi.

La domanda di ammissione al bando della Buona scuola può essere presentata a partire dalle ore 9 di domani mattina, martedì 28 luglio 2015. Il limite ultimo per partecipare è invece fissato per le ore 14 di venerdì 14 agosto. Come fare per presentarla? È necessario procedere esclusivamente online, con il sistema “Istanze Online” del sito del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), effettuando l’apposita registrazione. Per chi ha problemi, è a disposizione anche un servizio di call center.

Chi può partecipare al bando per la Buona scuola? A poter richiedere l’assunzione possono essere i docenti iscritti nelle graduatorie del concorso pubblico del 2012, oltre ai professori iscritti nelle cosiddette Gae, le graduatorie ad esaurimento che, al termine del piano di assunzioni, verranno azzerate.

Sono invece esclusi dalla partecipazione al bando i prof iscritti alle graduatorie dei concorsi precedenti al 2012, oltre ai docenti presenti nelle graduatorie ad esaurimento che non hanno sciolto la riserva per il conseguimento dell’abilitazione entro il 30 giugno del 2015. Fuori dal bando per la Buona scuola pure i professori della seconda fascia, anche quelli in possesso dell’abilitazione. Esclusi inoltre tutti gli insegnanti che non hanno ancora l’abilitazione.

Per quanto riguarda le 102.734 assunzioni previste dalla riforma della Buona scuola, soltanto una parte otterrà il posto subito. Il ministero dell’Istruzione ha già cominciato con l’assunzione di 36.627 insegnanti a tempo indeterminato. Per i posti rimanenti, si procederà invece attraverso 3 fasi.

Durante la cosiddetta fase A verranno assegnati, entro la metà di agosto, 10.849 posti di lavoro. Quelli ancora restanti invece saranno assegnati più in là con le fasi B e C. Gli ultimi 55.258 posti vacanti dovrebbero comunque essere assegnati tra fine settembre e inizio ottobre.

Per quanto riguarda la fase A non è previsto l’obbligo della domanda online. Il MIUR consiglia comunque l’iscrizione online a tutti i candidati.