Agnese e Lorenzo si sono conosciuti da bambini, sulla riva del mare riminese a fare le gare di castelli di sabbia. Un’estate dopo l’altra si ritrovano sulla stessa spiaggia, ogni anno più adulti e i giochi d’acqua hanno lasciato spazio a sguardi intensi e lunghe passeggiate. Capelli rossi e occhi verdi, Agnese è testarda e ha la testa piena di sogni da realizzare. Lorenzo, indipendente e sempre a caccia di qualcosa di nuovo, ha imparato a togliersi dai guai presto. Ma fra loro l’attrazione è una scintilla che non può scoccare: Roma e Milano sono distanti e spesso si devono accontentare di brevi fughe. Lorenzo ha talento e un futuro da artista, con grandi successi e vertiginose cadute. Tra inaugurazioni di locali, champagne e sbronze colossali, colleziona amanti e seduce attrici e modelle. Eppure l’unica voce che vuole sentire nelle notti solitarie è quella di Agnese. Lei lo sa ascoltare, lo conosce davvero e sa accarezzarlo con le parole, anche quando è quasi l’alba e i pazienti la aspettano in corsia. È diventata medico, Agnese, ha seguito la sua vocazione e ha realizzato uno dei tanti sogni di bambina. Divide la casa con Giulia e tutte le sere davanti allo specchio fa i conti con una sfortuna cronica in amore. Agnese e Lorenzo attraversano insieme tute le stagioni della vita, amandosi e allontanandosi di nuovo…”

“Buongiorno Amore” è il fortunato romanzo d’esordio di Elisa Amoruso, pubblicato nel giugno 2013 per Newton Compton e da subito ai primi posti della classifica italiana.

Una storia dolce e divertente, fresca e scorrevole: due vite che si intrecciano, avanti e indietro nel tempo, da bambini fino all’età adulta e un amore che sfida il tempo e le distanze, che si evolve assieme ai personaggi, ma che, tra un imprevisto e l’altro, non viene mai dimenticato. Questi gli ingredienti di “Buongiorno Amore”, il tipico romanzo rosa, eppure scritto con maestria, apprezzato e consigliato da tutti gli amanti del genere. Una lettura che scorre delicata fino all’ultima pagina.

D’altro canto, sebbene si tratti del romanzo d’esordio dell’autrice, Elisa Amoruso non è certo estranea alla scrittura: dopo la laurea in lettere, si è diplomata in sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Negli ultimi anni ha scritto per radio, cinema e teatro. Nel 2013 ha presentato il suo documentario “Fuoristrada”, che ha vinto il premio della giuria al Festival Internazionale del Film di Roma e numerosi altri riconoscimenti. Tra i film da lei firmati “Good Morning Aman”( 2009), “Passione sinistra” e “La Foresta di ghiaccio”(2013). Nel 2014 è uscito il suo secondo romanzo, “Vorrei che fosse amore”.