Si sa, quando c’è da organizzare una festa Burberry sa il fatto suo.

Ricordate il party di inaugurazione del primo negozio donna in Via Montenapoleone? Era novembre quando, per alzare il sipario sul nuovo store, Christopher Bailey invitò 500 amici per farli ballare sulle note del djset firmato da Rory Cottam.

Lo scorso 31 gennaio il brand londinese ha bissato l’evento, questa volta giocando in casa.

Nel flagship store 121 Regent Street di Londra sono infatti arrivati “solo” 800 invitati, tra cui Cara Delevingne, Amber Le Bon, Jack Whitehall, Harry Treadaway, Bonnie Wright ed i musicisti inglesi Kill it Kid, Life in Film Joe Dempsey e Rae Morris giusto per citarne alcuni.

Questa volta a far divertire gli ospiti non è stato Rory Cottam, presente all’evento, ma Jake Bugg: il cantante inglese si è infatti esibito in una performance live suonando le canzoni del suo omonimo album di debutto, al primo posto nella classifica del Regno Unito.

D’altra parte Burberry 121 Regent Street vuole essere più che uno store, proponendosi come palco per talenti affermati ed emergenti nella musica, cinema, teatro e arte.

Un modo diverso e quanto mai concreto per dare spazio alle arti, collaborando con giovani artisti che probabilmente mai avrebbero sognato un palco di debutto così blasonato.

Burberry Acoustic, questo il nome scelto per l’iniziativa, vuole così sostenere i talenti inglesi scelti rigorosamente dal direttore creativo del brand, Christopher Bailey.

Ora non resta che aspettare il prossimo party per scoprire la nuova stella della musica firmata Burberry!