In un comunicato diffuso oggi dal procuratore capo di Milano, Edmondo Bruti Liberati, si apprende che “Nelle ultime settimane sono pervenute, in un crescendo, numerose lettere anonime con gravi minacce nei confronti del procuratore aggiunto Boccassini e da ultimo, ieri, una lettera contenente due proiettili“.

Queste minacce a Ilda Boccassini (foto by InfoPhoto), aggiunge Bruti Liberati, non ostacoleranno l’attività della Procura che: “Con tutti i suoi magistrati adempie e continuerà ad adempiere con immutata serenità al seguito di svolgere indagini di sostenere l’accusa nel più rigoroso rispetto delle regole e delle garanzie processuali, fedele al principio costituzionale dell’eguaglianza di tutti di fronte alla legge”.