In elettronica, con il verbo cablare (dall’ inglese to cable, der. di cable = ‘cavo’,) si intende l’ azione di ‘effettuare/ realizzare un cablaggio’, ovvero il collegamento del complesso di cavi che connettono le varie parti di un impianto o apparecchiature elettriche ed elettroniche. Cablare significa dunque curare la fase di progettazione, installazione e collegamento di tutti i cavi che, nell’ ambito di un edificio o gruppi di edifici, permettono l’ interconnessione di apparecchiature elettriche, terminali telefonici  e terminali di rete. Di conseguenza, quando si parla di effettuare il cablaggio di un apparecchio o di un impianto, non si intende altro che effettuare i collegamenti elettrici tra i componenti dell’ apparecchio o dell’ impianto stesso. Più in generale, è possibile affermare che il significato del verbo cablare sia proprio quello di realizzare un circuito elettronico o, semplificando ulteriormente, collegare più elementi tra loro mediante cavi. Sarà quindi possibile sentir parlare di “cblaggio della rete lan domestica”; “cablare un cavo telefonico”; “c. un appartamento”; “c. un quadro elettrico”; “c. il cavo ethernet” e via dicendo.

Per quanto riguarda invece il campo delle telecomunicazioni, con il termine cablare è altresì possibile riferirsi all’ azione di trasmettere/ inviare dati via cavo (trasmettere per cablogramma).