Dopo il rinvio arriva la vittoria a tavolino

La battaglia di Massimo Cellino presidente del Cagliari potrebbe finire in tribunale, dopo che il prefetto aveva deciso di non rendere agibie lo stadio Is Arenas a Quartu Sant’Elena per la gara del Cagliari contro la Roma e di conseguenza da disputare a porte chiuse, il presidente del Cagliari aveva invitato i propri tifosi ad acquistare comunque i biglietti perchè lui avrebbe garantito l’accesso al campo, per motivi di ordine pubblico la parita è stata rinviata ed è stata aperta un’inchiesta.
Il giorno successivo è stata inflitta la socnfitta a tavolino per tre a zero alla squadra sarda con la gioia per la Roma allenata da Zeman, secondo voci di corridoio il presidente del Cagliari vorrebbe presentare riconrso per la sconfitta a tavolino, il rpefetto di Cagliari Giovanni Balsamo secondo alcune indiscezioni potrebbe condecere alla società rossoblu la possibilità di aprire le porte dello stadio già a partire dalla gara di domenica per i soli abbonati ovvero circa quattro mila spettatori.
Sulla vicenda è intervenuto anche l’allenatore del Cagliari Ficcandenti: “Sicuramente non fa piacere trovarsi con uno 0-3 a tavolino ma non voglio parlarne. È meglio guardare avanti a pensare alla partita che ci aspetta domani. La squadra si è allenata bene nonostante tutto. Dobbiamo cercare di sfoderare una buona prova contro il Milan che attraversa un momento di difficoltà. Ce la giocheremo sul campo e speriamo di portare a casa un risultato positivo”