La situazione del maltempo in Calabria si fa sempre più preoccupante. Oltre agli ingenti danni che la pioggia sta provocando in queste ore, c’è anche una vittima. È stato purtroppo trovato senza vita Salvatore Comandè, l’uomo che lo scorso sabato era stato dato per disperso a Taurianova, comune nella provincia di Reggio Calabria.

Il cadavere dell’uomo è stato ritrovato dai vigili del fuoco sull’argine del torrente San Nicola a Taurianova, a una distanza intorno ai 250 metri dal posto in cui si era fermata la sua auto. Salvatore Comandé stava viaggiando insieme alla figlia di 17 anni, che però è riuscita a salvarsi grazie all’intervento di alcuni passanti. Non c’è invece stato niente da fare per l’uomo, che è stato trascinato dall’acqua del torrente ingrossato.

L’allarme maltempo riguarda soprattutto la costa ionica della provincia di Reggio Calabria, a causa dell’esondazione del torrente Ferruzzano, che ha spazzato via la statale 106 ionica e un tratto della ferrovia, rimasta sospesa nel vuoto. La circolazione dei treni è stata quindi interrotta sulla linea Catanzaro – Roccella Ionica tra Roccella Ionica e Monasterace.

Sospensione a causa dell’allagamento dei binari pure della linea Roccella Ionica-Melito. Fermi i treni nelle stazioni di Locri e Brancaleone, oltre che di Roccella Ionica. Le Ferrovie dello Stato hanno comunicato che: “al momento non è possibile effettuare servizi sostitutivi con autobus”.

Oltre a questi disagi sulla linea ferroviaria, vanno segnalati anche quelli sulle strade, con alcuni tratti della statale 106 ionica che sono stati chiusi. Sale intanto pure l’allarme frane e il rischio mareggiate, che hanno provocato problemi e danni in particolare nei comuni di Siderno e Caulonia.

La piena di un torrente ha inoltre provocato danni ingenti all’acquedotto di Reggio Calabria. Il sindaco della città Giuseppe Falcomatà ha quindi avvisato che ci potrebbero essere problemi nell’erogazione idrica per le zone di Villa San Giuseppe, Modenelle, Arghillà e Pettogallico. Oltre alla Calabria, il maltempo in queste ore si fa preoccupante anche in Sicilia, in particolare nella già colpita Messina.