Balotelli non smette di far parlare si sè

Grande talento, fisico imponente ma temperamento incorreggibile, tutto questo è Mario Balotelli, il giocatore italiano in forza al Manchester City quando ancora vestiva la maglietta dell’Inter era il punti della discordia di molti tifosi che riconoscevano in lui un grande talento ma molta immaturità.
Tutti i tifosi interisti non dimenticheranno mai il lancio della maglietta in segno di protesta dopo la vittoria per tre a uno nella semifinale di Champions League disputata contro il Barcellona.
Anche in Inghilterra la sua fama ha avuto riscontro, all’inzio ha lanciato freccette sopra la squadra giovanile del Manchester City durante gli allenamenti, in seguito ha distrutto la sua auto e al momento dell’arrivo della polizia è stato trovato in possesso di un’ingente somma di denaro in contanti in tasca e poco tempo fà ha dato fuoco al suo appartamento giocando con alcuni petardi.
Nella gara disputata domenica scorsa entrato nel finale Mario Balotelli ha prima colpito un avversario al capo con un colpo di tacco scusandosi e facendolo passare come gesto involontario e in seguito ha procurato e realizzato il calcio di rigore che ha regalato la vittoria alla propria squadra.
Il talento non si discute ma per sfondare nel mondo del calcio e non per gesti sconsiderevoli ci vuole ben altro, i tifosi della Manchester City hanno anche creato un coro per commemorare l’estro e il talento del giocatore ma anche le sue “Ballotellate”