Conte appoggiato dalla società patteggia

Antonio Conte si è sempre dichiarato estraneo ai fatti ma le sentenze lo hanno dichiarato colpevole come persona informata dei fatti, secondo il procuratore federale Palazzi l’allenatore bianconero era a conoscenza delle conbine ma nascondeva tutto supper non prendendone parte.
Antonio Conte in accordo con la società e i propri legali ha deciso di patteggiare a tre mesi di squalifica e sarà costretto a pagare un’ammenda di 200 o 300 mila euro, nei guai sono finiti anche Pepe e Bonucci.
I due giocatori bianconeri sono stati indagati e giudicati colpevoli da Palazzi, la squalifica prevista dovrebbe essere di ter anni ma anche i giocatori patteggiando potrebbero essere squalificati per circa 14 mesi.
Durante i tre mesi di squalifica di Antonio Conte la Juventus verrà diretta da Marco Baroni, tecnico della primavera, a Vinovo sono rientrati i reduci degli Europei e Marchisio si è subito messo a lavoro per la Supercoppa Italiana: “Quello di mercoledì sarà per noi il primo test dell’anno, dobbiamo lavorare per arrivare al meglio alla finale di Supercoppa. Peccato che non si giochi in Italia, ma sono sicuro che anche a Pechino ci saranno tantissimi nostri tifosi a darci la carica e il loro affetto”.