Roberto Calderoli è stato ricoverato in rianimazione all’ospedale San Raffaele di Milano. E’ stato colto da malore ieri sera mentre stava per imbarcarsi sul volo Milano – Roma. L’ex ministro delle Riforme Istituzionali e coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Nord, è crollato all’improvviso a terra, privo di conoscenza. Procurandosi anche la frattura di alcune dita della mano destra. Il leader politico è stato subito soccorso dagli altri passeggeri e dal personale Alitalia.

Calderoli, 58 anni, si trova nel reparto di rianimazione cardio-toraco-vascolare in osservazione. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione. Nelle prossime ore, il primario Alberto Zangrillo - che è anche medico personale di Silvio Berlusconi – e la sua equipe valuteranno l’evoluzione del quadro clinico. I collaboratori dell’esponente del Carroccio sono fiduciosi che già oggi possa lasciare l’ospedale.

A causa del malore, Calderoli non ha potuto partecipare alla riunione della commissione Affari costituzionali, di cui fa parte, dove si esamina il ddl Boschi. Dalle prime informazioni filtrate dall’ospedale, l’ex ministro pare aver avuto un collasso, dovuto al caldo e alla stanchezza. Andrea Augello, senatore del Nuovo CentrODestra, ha commentato: “E’ stato poco bene, anche noi stiamo aspettando di avere notizie più precise”. Su Twitter, sono invece arrivati gli auguri da parte di Francesco Russo, senatore del Pd: “In commissione si inizia votando emendamenti all’articolo 11. E con un in bocca al lupo al relatore_calderoli! #opensenato #riformasenato”.