È allarme ondata di caldo record in Italia, dove oggi le temperature raggiungeranno il picco avvicinandosi, o addirittura superando, i 40 gradi percepiti in oltre 26 città, tra le quali Roma, Milano e Campobasso. La colpa è dell’anticiclone africano che sta risalendo verso il Mediterraneo regalando al nostro Paese temperature paragonabili a quelle di località esotiche come Abu Dhabi, Bangkok e Cairo.

Emergenza ondata di caldo in Italia

Il Ministero della Salute segnala 26 città italiane con bollino rosso, per avvisare i cittadini del pericolo che queste temperature possono provocare anche a soggetti sani, figuriamoci su quelli più a rischio come anziani e bambini. Praticamente delle 27 città incluse nel Sistema nazionale di previsione e allarme ondate di calore  (operativo dal 15 maggio fino al 15 settembre 2017) resta fuori dall’SOS caldo solo Genova.

L’ondata di caldo raggiungerà il suo massimo tra la giornata di oggi e l’inizio delle prossima settimana e non darà tregua per 8-10 giorni, in molti casi verranno superati i record storici per il mese di agosto, con picchi massimi di 42 gradi al Centro-Sud.

Città con caldo record

Record già superati in molte città italiane:

  • ad Alghero si sono raggiunti i 42 gradi, battendo il record di 40.4 gradi dell’agosto del 2003;
  • Firenze con 41,3 gradi ha superato il record di 41,1 gradi dell’estate 2003;
  • Perugia ha superato ogni record con 40 gradi;
  • L’Aquila, il capoluogo più freddo d’Italia, ha fatto segnare la temperatura record di 38 gradi;
  • a Potenza sono stati registrati 37 gradi, nuovo record assoluto.

Superare l’emergenza caldo: le Guide del Ministero

Suggeriamo di consultare le varie guide che il Ministero della Salute ha pubblicato online per aiutare i cittadini a superare le difficoltà legate alle alte temperature estive. Sul sito del Ministero sono infatti disponibili:

  • una  mappa dei servizi attivati sul territorio in estate da Regioni, Comuni, Aziende sanitarie, in collaborazione con le organizzazioni del volontariato sociale, per aiutare la popolazione, soprattutto i gruppi più fragili, come gli anziani e i malati cronici, a prevenire e fronteggiare i rischi sulla salute delle ondate di calore (Ondate di calore – Mappa Servizi sul Territorio);
  • opuscoli informativi destinati alla popolazione, ai medici, al personale delle strutture per gli anziani, personale che assiste gli anziani (in 6 lingue), in cui sono indicate misure e precauzioni da adottare, anche nei comportamenti quotidiani, per prevenire i rischi del grande caldo, con particolare attenzione alle persone più a rischio: