L’estate è appena iniziata ma l’inizio del prossimo anno scolastico si avvicina; le regioni infatti hanno completato il quadro dei calendari scolastici locali per l’anno 2013/2014.

I primi ad entrare in classe saranno gli alunni della provincia autonoma di Bolzano, il 5 settembre, seguiti da quelli molisani e piemontesi che cominceranno martedì 10 settembre (foto by InfoPhoto).

Il giorno dopo sarà la volta degli alunni toscani, umbri, delle province del Lazio e di Trento.

Gli istituti di Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Veneto e Valle d’Aosta apriranno i battenti il 12 settembre.

Il 16 sarà il primo giorno in 7 regioni: Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna e Sicilia.

Gli ultimi a riprendere la scuola saranno gli studenti pugliesi, 17 settembre.

In mezzo a questi quasi nove mesi di lezioni, due lunghe pause: le vacanze di Natale e quelle di Pasqua. Le prime inizieranno dappertutto il 23 dicembre, tranne che in provincia di Trento, previste per il 21 dicembre. In tutta Italia si rientrerà poi a scuola martedì 7 gennaio.

Le Vacanze di Pasqua andranno dal 17 al 22 aprile in 12 regioni e province autonome: Bolzano, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Liguria.

Aumentano a 10 giorni le vacanze pasquali  per le scuole ubicate in Abruzzo, Basilicata, Umbria e in provincia di Trento.

Oltre alle vacanze del calendario nazionale, dopo anni ritorna anche la pausa del 2 novembre, che commemora i defunti, ripristinata da tutti i calendari scolastici regionali ad eccezione della Lombardia.

In Calabria, Friuli, Lazio, Marche, Puglia, Toscana, Veneto e in provincia di Bolzano i governatori hanno “istituzionalizzato”, per il prossimo anno, il ponte del 25 aprile: con vacanza sabato 26 aprile.

Mentre Lazio, Toscana e provincia di Bolzano si conceranno anche un ponte di quattro giorni per il primo maggio, che nel 2014 cadrà di giovedì.