Sono 1.200 gli studenti e 120 i professori dell’istituto di istruzione superiore “Leonardo da Vinci” di Niscemi (Caltanissetta) che dovranno tornare sui banchi di scuola a luglio a causa delle ore perse durante l’anno scolastico. Nello specifico, i ragazzi dovranno tornare a scuola dal 17 al 22 luglio, come deciso dal preside Fernando Cannizzo dopo la riduzione delle ore di lezione nei mesi di dicembre e gennaio a causa del mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento.

Studenti in aula a luglio a Caltanissetta

A prendere questa decisione è stato non solo il preside dell’istituto di istruzione superiore “Leonardo da Vinci” di Caltanissetta ma anche il consiglio d’istituto e dei docenti, su ricorso di due professori che avevano chiesto ed ottenuto l’arrivo degli ispettori scolastici. Per la mancanza di riscaldamento, infatti, da dicembre a febbraio ai ragazzi era stata ridotta – di ben 20 minuti – ogni ora di lezione così da determinare un ammanco di 60 ore per gli studenti. I docenti, invece, dovrebbero restituire 500 euro per le ore perse e quindi non lavorate.

Studenti in aula a luglio, è polemica

A questo punto potrebbe essere a rischio persino l’esito dello scrutinio per tutti gli studenti ammessi alla Maturità 2017. Tra l’altro, terminato il quizzone, i maturandi dovranno affrontare gli esami orali.