In occasione della 44esima edizione della Giornata Mondiale della Terra, Google si è sbizzarrito a ricreare sei tra gli animali più simpatici e meno noti al mondo, che si alternano cliccandoci sopra: dal colibrì rosso, la medusa a quadrifoglio allo scarabeo fino al macaco giapponese, il pesce palla e il camaleonte velato.

Il camaleonte velato, tra le altre buffe specie, è stato scelto per la sua indole da non predatore e vive nelle aree montuose dello Yemen, nella penisola sud-occidentale dell’Arabia Saudita. Specie essenzialmente arborea, questo camaleonte vive per lo più tra i rami e gli alberi di Acacia o di Euphorbia e passa la maggior parte della sua vita staccato di almeno 1 o 3 metri dal suolo. I maschi della specie sono alquanto solitari, portandoli ad essere alquanto protettivi del loro territorio al momento in un cui un altro maschio tenta di avvicinarsi.

Durante la stagione degli amori, che si verifica in genere verso settembre/ottobre, le femmine di camaleonte velato, che diventano sessualmente mature a 4-6 mesi, cambiano il loro colore da un verde tenue ad un colore più scuro, comunicando così al maschio la propria disponibilità ad accoppiarsi. L’atto dura circa 5 minuti e entro 18 ore dall’accoppiamento riuscito compaiono sul dorso della femmina ormai gravida delle macchie blu e gialle. Dopodiché 20/30 giorni dopo la femmina depone da 35 a 86 uova nelle buche dalla quale a 150-200 giorni nasceranno i piccoli.

Peculiarità della specie è il loro dimorfismo sessuale che porta i maschi adulti a raggiungere una lunghezza di 60 cm (quando maggior parte degli altri esemplari arriva solamente a 35-45 cm), mentre le femmine sono più piccole, con una lunghezza media che arriva a poco più di 30 cm. Come solito nei camaleonti, la loro colorazione varia a seconda dei casi, variando dal bianco al nero, fino al marrone, giallo e arancione.

Nonostante si cibino prevalentemente di insetti, tra cui larve, insetti e piccoli animali, ma a volte si nutrono anche di fiori, foglie e frutti vari e, come qualsiasi specie, preferiscono bere acqua dalle gocce condensate sulle foglie. Questa specie unica è capace di rimanete immobile e mimetizzato per catturare la sua preda con la sua lingua appiccicosa che può catturare animali anche di media misura come lucertole, gechi e grossi ragni.

photo credit: Joachim S. Müller via photopin cc