David Cameron sta meditando di fare uscire il Regno Unito dall’Unione Europea. Per non farlo, ha dettato a Bruxelles una serie di condizioni che adesso dovranno essere valutate per evitare la cosiddetta “Brexit”.

La Gran Bretagna sta per uscire dall’Ue? L’ipotesi è nell’aria, ma potrebbe non avvenire nel caso che Bruxelles accetti le quattro richieste cui David Cameron sta meditando nelle ultime ore. Il premier britannico si è impegnato a effettuare da qui al 2017 un referendum nel Regno Unito riguardante la permanenza nell’Unione. Dopo le ultime ondate di migranti nel paese, i sondaggi danno in crescita il partito dei cittadini britannici che vorrebbero distaccarsi dall’Ue.

Il referendum potrebbe però essere scongiurato, nel caso che l’Unione Europea sostenga le richieste effettuate dal premier. David Cameron ha richiesto innanzitutto “una dichiarazione esplicita” che permetta alla Gran Bretagna di potersi sottrarre in qualunque momento verso “un superstato europeo”.

Un’altra condizione, stando a quanto riportato dal quotidiano inglese Sunday Telegraph, è quella che anche in futuro non venga richiesto l’utilizzo dell’euro come moneta unica nell’intera Unione e il Regno Unito possa quindi mantenere la sterlina.

David Cameron richiede inoltre che venga adottato un “cartellino rosso” che possa garantire al suo governo di rifiutare a proprio piacimento le decisioni prese da Bruxelles su cui non si trova d’accordo. La quarta richiesta avanzata dal presidente del Consiglio britannico sarebbe poi quella di una maggior tutela nei confronti dei nove paesi esterni all’eurozona nei confronti della maggioranza degli altri diciannove rispetto a quanto avviene ora.

Secondo quanto sostiene il Sunday Telegraph, comunque, anche nel caso in cui queste richieste non da poco da parte del governo di David Cameron venissero accolte dall’Ue, lo scontento del popolo britannico potrebbe non diminuire e il partito degli “euroscettici” potrebbe non essere accontentato. Il giornale afferma inoltre che Bruxelles difficilmente darà la sua approvazione a una serie di richieste del genere, in particolare alle ultime due. Il referendum per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea sembra allora una possibilità sempre più concreta.