Nunzia D’Amico, sorella del noto boss della camorra, è morta poco fa dopo essere stata ferita gravemente da colpi di arma da fuoco mentre si trovava all’interno del Parco Conocal, nel quartiere di Ponticelli (zona orientale di Napoli). La donna, di appena trentasette anni, sarebbe stata raggiunta dai colpi di pistola attorno alle ore 13:00 di oggi e le ferite sono state talmente gravi che la corsa in ospedale è stata del tutto inutile.

Giunta presso la clinica Villa Betania, la sorella del boss della camorra D’Amico, la donna ha mostrato subito condizioni che non lasciavano barlumi di speranza. E infatti si è spenta poco dopo.

Subito dopo quanto accaduto a Nunzia D’Amico sembra che un altro uomo, Ciro Gioia, pregiudicato di quarant’anni, sia stato ferito anch’egli da colpi di arma da fuoco. Non sono state ancora chiarite le circostanza di questa seconda sparatoria, né se essa possa essere collegata in qualche modo all’episodio della sorella del boss D’Amico. Ciro Gioia sarebbe stato colpito ad una gamba e avrebbe poi raggiunto da solo, con mezzi propri, l’ospedale Loreto Mare. L’uomo non presenta gravi condizioni di salute.

Al momento la polizia sta cercando di ricostruire i fatti: la dinamica di quanto accaduto potrebbe aiutare a capire se i due episodi di camorra siano in qualche modo collegati.