Era scomparso all’incirca un anno fa e, a giudicare dalle condizioni del suo manto, si sospetta possa aver vissuto per un lunghissimo periodo all’interno di un tombino. È l’incredibile storia di un cane statunitense, salvato dalla sua improvvisata trappola pochi giorni fa. Ma la storia di questo quadrupede è ancora più incredibile, poiché sembra abbia una predisposizione sfortunata a finire nei guai.

Mai Tai, un esemplare di Terrier Wheaten, è stato salvato lo scorso anno da un macello asiatico, dove la sua esistenza era ormai segnata. Condotto negli Stati Uniti, è stato però perduto: dopo un anno di assenza, l’animale è stato rinvenuto all’interno di un tombino, per poi essere consegnato a una famiglia affidataria dai volontari di S’Wheat Rescues.

Il tutto è accaduto pochi giorni fa a Bethesda, nel Missouri, dove alcuni cani hanno cominciato nervosamente ad abbaiare in direzione di un tombino. Chiamati i soccorsi, all’interno del condotto di scarico un cagnolino, dal manto completamente ricoperto di detriti e sporco, ma comunque dal buon peso. Evidentemente, nella sua improvvisata prigionia l’animale ha trovato comunque cibo per alimentarsi. Scomparso nel 2014, non è dato sapere quanto tempo sia rimasto nei condotti di scarico, anche se le condizioni del manto lasciano ipotizzare una prigionia duratura, forse proprio di un anno. Ora Mai Tai è accudito da una famiglia affidataria, in attesa di un’adozione definitiva. L’animale è allegro e in buona salute, molto dolce e anche un po’ timido, forse un effetto collaterale del prolungato isolamento.

Today I made a trip out to personally meet Mai Tai and insure he is safe. He is in incredible shape for having been on…

Posted by S'Wheat Rescues and Friends on Saturday, November 28, 2015

Fonte: UPI