Una donna di Milano è riuscita ad evitare di subire una violenza sessuale grazie all’intervento del proprio cane, un Cocker, che in quel momento era in compagnia della trentasettenne.

L’episodio è accaduto all’interno del Parco Lambro: la donna, all’improvviso, è stata abbordata da un ragazzo, un cingalese di appena 21 anni, che ha iniziato a metterle le mani addosso senza che lei lo volesse. Un gesto indesiderato che non è sfuggito al cane della donna. Intuendo la situazione di pericolo in cui era finita la sua padrona, il Cocker  ha aggredito il ragazzo e ha probabilmente fatto sfumare quella che avrebbe potuto trasformarsi in una violenza sessuale.

Il cagnolino ha aggredito il ragazzo e gli ha impedito di portare a termine la sua violenza sessuale iniziando a morderlo e a graffiarlo. Proprio grazie al suo intervento, la donna è riuscita a svincolarsi dal suo aggressore e a contattare le forze dell’ordine. Il cingalese è stato fermato poco dopo, mentre era seduto su una panchina in via Licata. È stato identificato anche perché presentava un arrossamento sull’avambraccio, dovuto ai morsi e ai graffi provocati dal cane poco prima.

Per quanto riguarda invece la vittima della presunta violenza sessuale, è stata trasportata subito all’Ospedale Niguarda, dove le sono stati dati tre giorni di prognosi, il tempo necessario per potersi riprendere dal brutto episodio fortunatamente terminato nel migliore dei modi grazie al Cocker.