Dopo circa due mesi è stata ritrovata una femmina di segugio, smarrita dai proprietari in montagna. Il particolare che ha stupito tutti è che la cagnolina, nel suo lungo periodo di assenza, forse con l’intento di trovare la strada di casa ha percorso ben cinquanta chilometri salendo di quota. L’animale, smarrito nella zona del Lago di Rascino in provincia di Rieti, si è così ritrovato ai Piani di Pezza, vicino L’Aquila, sulle pendici del versante Nord del Monte Velino.

Il segugio è stato rintracciato grazie alle segnalazioni di alcuni turisti alla delegazione di Rocca di Mezzo della Lega. Le Guardie Zoofile per vari giorni hanno provato a recuperare il cane, preoccupati per le condizioni climatiche sempre più avverse, ma la cucciola continuava a fuggire. Fortunatamente solo grazie a una gabbia trappola messa a disposizione dal Comune di Rocca di Mezzo, l’animale alla fine è stato recuperato e, attraverso il suo microchip, è stato possibile rintracciare i proprietari. Finita la brutta avventura la cagnolina, malnutrita e infreddolita, adesso sta bene, è tornata a casa e sicuramente non si allontanerà mai più dai suoi padroni.