La cannabis sbarca sulle cattedre universitarie. Si tratta ovviamente di un suo studio nella versione “medicinale”, i cui aspetti botanici e di valenza medica verranno scandagliati da un corso sviluppato ad hoc, in partenza il prossimo ottobre, presso L’università degli studi di Padova.

L’obiettivo è quello di proporre un perfezionamento post laurea dalla durata di un anno. Con questo corso si vogliono insegnare le caratteristiche etno-botaniche e etno-farmacologiche della cannabis, il cui utilizzo in ambito medicinale, farmaceutico e alimentare può essere significativo. Non solo: il corso “cannabis medicinale”, questo il nome, offrirà anche nozioni sul fronte più normativo andando ad approfondire gli aspetti legali alla cannabis in ambito internazionale, nazionale regionale con i regolamenti di coltivazione, produzione, prescrizione e dispensazione.

Come iscriversi? Gli studenti interessanti potranno partecipare al corso versando una quota di 2040,50 euro. I posti disponibili sono 40 e potranno accedere solo dopo una valutazione di titoli e una prova scritta. La scadenza è il 19 settembre, e i docenti a tenere il corso saranno il dottor Paolo Poli, fondatore della Società Italiana Ricerca Cannabis, il ricercatore dell’università di Camerino Massimo Nabissi, la ricercatrice Viola Brugnatelli fondatrice di Nature Going Smart, Giampaolo Grassi, ricercatore del Crea-Cin di Rovigo e il dottor Francesco Crestani, medico anestesista e fondatore dell’Associazione Cannabis Terapeutica.

Per informazioni chiamare il numeri 0498212040 o 0498218098.