Il termine per la presentazione delle proposte di modifica alla legge di Stabilità 2016 scade a mezzogiorno di sabato. Con l’avvicinarsi della scadenza, Giorgio Santini, il capogruppo del Pd alla commissione Bilancio del Senato, ha illustrato alcune modifiche che il partito democratico in tende apportare alla manovra. L’intenzione del Pd è quella di innalzare già dal prossimo anno la no tax area per i pensionati – la legge di stabilità preve questo passo solo dal 2017.

Un’altra misura allo studio è un prestito per i lavoratori che sono vicini alla pensione: misura pensata per “la persona che sta negli ultimi 2-3 anni prima della pensione e perde il lavoro potrà chiedere un prestito che gli permetterà di arrivare alla data di maturazione della pensione. Poi sarà in tutto o in parte scontato sulla pensione” – il virgolettato ovviamente è di Giorgio Santini. Sono previsti anche alcuni ritocchi come uno sconto sulle aliquote Imu per gli appartamenti in affitto con canoni concordati, da agevolazioni per le cooperative immobiliari a proprietà indivisa come pure l’esenzione dal pagamento della Tasi per gli ex Iacp.

L’emendamento più atteso riguarderà il canone Rai in bolletta: la proposta del Pd è quella di dividerlo in due rate nel 2016, mentre negli anni successivi sarà spalmato su tutte le bollette.

LEGGI ANCHE
Canone Rai in bolletta: possibile la class action
Canone Rai: criptare il segnale, la proposta del Garante
Canone Rai: pagherà solo chi ha un televisore o una radio
Legge di Stabilità: in arrivo agevolazioni sugli affitti
Abolizione Imu e Tasi su case a figli e parenti