Un carabiniere ha sparato all’ex amante prima di suicidarsi. Il tentativo di omicidio e il suicidio riuscito sono avvenuti sabato notte ad Arma di Taggia, popoloso comune ligure in provincia di Imperia. L’agente dell’Arma dei Carabinieri è Alessio De Palmi, un 31enne originario della provincia di Avellino in servizio come appuntato alla stazione di Vallecrosia, nella compagnia di Bordighera.

De Palmi ha sparato all’ex amante, la 33enne Barbara Zanini, colpendola alla testa. Il colpo non è partito dalla pistola d’ordinanza bensì da una revolver calibro 38 regolarmente detenuta. Una ferita che non si è rivelata mortale. La donna lotta per la vita in ospedale. L’uomo, convinto di aver ucciso la donna, si è poi suicidato.

Carabiniere era infuriato per le foto compromettenti pubblicate dall’ex amante

Stando alla prima ricostruzione della tragedia il carabiniere era turbato all’idea che l’ex amante potesse svelare alla moglie della loro relazione, ormai conclusa. L’ex amante, una commessa bresciana residente da qualche tempo ad Arma di Taggia, dopo essere stata lasciata dal carabiniere avrebbe pubblicato delle foto compromettenti su Internet. Il carabiniere, nel timore che la moglie vedesse le immagini e scoprisse il suo tradimento, si sarebbe precipitato dall’ex amante accecato dalla rabbia.

Tra i due sarebbe nata una lite furibonda sfociata nel tentato omicidio della commessa e nel suicidio del carabiniere. I fatti si sarebbero svolti nell’appartamento della donna situato in un condominio di via Lido. Probabilmente il carabiniere avrebbe deciso di recarsi a casa dall’ex amante dopo aver discusso con la moglie che iniziava a sospettare del tradimento.

Gli inquirenti hanno acquisito i tabulati delle telefonate per scoprire se l’ex amante stava esercitando pressioni sull’appuntato. Gli amici dell’uomo rivelano che nei giorni precedenti il folle gesto il carabiniere non sembrava affatto turbato. Il sostituto procuratore Paola Marrali ha disposto il sequestro dell’appartamento in cui si è consumata la tragedia e dovrà decidere nelle prossime se ordinare l’autopsia sul corpo del carabiniere suicida.