È morto lo scrittore Carlo Castellaneta (foto by InfoPhoto), personaggio di spicco della letteratura italiana ma anche del giornalismo. Autore di Viaggio col padre e collaboratore del Corriere della Sera, si è spento a Palmanova, in provincia di Udine, all’età di 83 anni. A dare notizia del decesso è stata la famiglia dello stesso Castellaneta, milanese, che ormai viveva in Friuli da una decina d’anni. La morte è sopravvenuta in ospedale per una complicazione durante una polmonite.

Tutto (o molto) ebbe inizio nel 1958 quando Elio Vittorini, al tempo consulente della casa editrice Mondadori, lesse il manoscritto di Viaggio col padre e ne approvò la pubblicazione. Fino a quel tempo Castellaneta era un semplice correttore di bozze. La sua carriera si è sempre distinta per due grossi filoni: quello della scrittura e quello dell’attività giornalistica. Ha collaborato al Corriere della sera e a Storia illustrata, di cui fu anche direttore.

Nato a Milano nel 1930, i suoi romanzi sono stati tradotti in inglese, francese, spagnolo e tedesco. Il suo ultimo romanzo, dal titolo Gridando: avanti Savoia!, è stato pubblicato nel 2007 sempre da Mondadori. Dal suo romanzo “Notti e nebbie” è stata tratta l’omonima miniserie televisiva diretta da Marco Tullio Giordana su sceneggiatura dello stesso Castellaneta.