La stilista Carlotta Benusiglio, di 37 anni, si sarebbe suicidata, impiccandosi in piazza Napoli a Milano. Il corpo della donna è infatti stato rinvenuto proprio vicino ad un albero: il fatto che si sia suicidata, però, non è del tutto stato accertato dagli inquirenti. I piedi di Carlotta Benusiglio, infatti, toccavano a terra: un’evenienza, questa, che avrebbe fatto venire qualche sospetto agli investigatori.

La Benusiglio potrebbe anche non essersi suicidata: gli inquirenti stanno indagando sulla sua turbolenta e difficile relazione d’amore. Si sospetta, infatti, che la donna possa essere stata uccisa e poi appesa all’albero, in modo tale che fosse simulato il suicidio. Ad ogni modo, però, tutto è ancora molto ipotetico e le indagini accerteranno la verità.

Carlotta Benusiglio era la sorella di Giorgia, ragazza che a 17 anni rischiò di morire dopo aver ingoiato una pasticca di ecstasy e che ha poi raccontato nelle pagine di un libro la sua storia. Tornando alla stilista, però, sembra che la donna fosse legata ad un uomo che in passato ha avuto problemi di tossicodipendenza e che tra loro non filasse proprio tutto liscio.

La coppia litigava spesso, arrivava fino alle mani e spesso doveva ricorrere al pronto soccorso. Pare che ci fossero state anche delle denunce. A quanto pare, Carlotta Benusiglio e il compagno si sarebbero visti anche la sera prima della morte della donna e pare anche che gli investigatori abbiano trovato il pc acceso, la radio ad alto volume e il letto sfatto a casa della stilista. Tutti particolari che potrebbero far propendere per l’ipotesi dell’omicidio più che del suicidio.

A non credere nel suicidio, ad esempio, è proprio Giorgia, la sorella di Carlotta Benusiglio. Secondo la donna, la stilista non sarebbe mai arrivata a togliersi la vita, tanto più l’avrebbe fatto pubblicamente, in una delle piazza più trafficate di Milano come piazza Napoli.