Febbraio ormai è agli sgoccioli e sono certa che in molti si staranno domandando “Ma il Carnevale?!”. Se siete parte di questa fitta schiera, tranquilli, non ve lo siete perso! E’ il Carnevale ad essere in ritardo!

Essendo collegato con la Pasqua (festa mobile per eccellenza), anche il Carnevale è infatti privo di una  cadenza annuale fissa. La Pasqua Cattolica può cadere dal 22 marzo al 25 aprile ed è separata dal Carnevale da un totale di 46 giorni (dal Mercoledì delle Ceneri al Sabato Santo). Ne deriva che in anni non bisestili martedì grasso (ultimo giorno del Carnevale) possa cadere dal 3 febbraio al 9 marzo.

Ed è esattamente quello che sta succedendo quest’anno: se febbraio nell’immaginario comune è il mese del carnevale, la realtà è che questo può slittare fino al 9 di marzo! La confusione è poi fomentata dal fatto che l’inizio dei festeggiamenti può variare notevolmente a seconda delle tradizioni di ciascun territorio.

E’ necessario dunque avere dei riferimenti fissi: a prescindere dalle tradizioni locali, il carnevale entra ufficialmente nel vivo dei festeggiamenti Giovedì grasso, per concludersi il martedì successivo, Martedì grasso.

Le date sensibili per tutti gli affezionati a questa festa sono quindi:

Giovedì 27 febbraio 2014Giovedì grasso: si aprono ufficialmente i festeggiamenti del Carnevale 2014;

Domenica 2 marzo 2014Carnevale: giornata contraddistinta dalle numerose sfilate di carri allegorici;

Martedì 4 marzo 2014Martedì grasso: giorno che segna la chiusura dei festeggiamenti;

Ricordo inoltre che, in merito alla fine dei festeggiamenti del Carnevale 2014, nella zona di Milano, secondo il Carnevale Ambrosiano, l’ultimo giorno di festa sarà sabato 8 marzo, definito Sabato grasso.

Conclusasi quindi la festa più gioiosa dell’anno, con il Mercoledì delle Ceneri (5 marzo 2014), entreremo ufficialmente in Quaresima e dovremo attendere fino al 20 aprile per celebrare la Santa Pasqua.

photo credit: imagina (www.giuseppemoscato.com) via photopin cc