Anche quest’anno torna il grande Carnevale Ambrosiano, in “ritardo” di una settimana rispetto agli altri carnevali italiani, si conclude con le manifestazioni di venerdì 15 e sabato 16 febbraio. Come sempre all’insegna di fiabe, magie, giocolerie e parate viventi, fa da protagonista la storica sfilata dei carri degli oratori della diocesi, accompagnata da distribuzione gratuita di dolci tradizionali, laboratori creativi, e spettacoli musicali.

La tradizione vuole che il patrono di Milano, Sant’Ambrogio, durante questo periodo si trovasse in viaggio e avesse chiesto alla popolazione di attendere il suo ritorno per cominciare le liturgie quaresimali. Nel rispetto di questa tradizione solo nell’arcidiocesi di Milano il rito delle ceneri si celebra la prima domenica di quaresima, e il carnevale non termina tradizionalmente come gli altri il martedì grasso, ma il sabato successivo. Tra le altre maschere tradizionali, simbolo di questo carnevale è Meneghino: il famoso servo che si prende gioco dei difetti dei nobili e che tradizionalmente veste una parrucca con codino, un cappello a tre punte, giacca marrone, pantaloni corti e calze rigate bianche e rosse. Il suo nome prende origine da Domenighin, il servo che accompagnava le nobili signore di Milano durante l’usuale messa e passeggiata della domenica. Nel 1848 durante le Cinque Giornate di Milano fu scelto dai cittadini di Milano come simbolo di eroismo, dato che rappresenta alcune caratteristiche tipiche dei milanesi, come la laboriosità e la generosità.
In continuità con la linea tracciata nelle precedenti edizioni, anche l’edizione 2013 del Carnevale Ambrosiano sarà organizzata attorno ad un filone tematico di forte richiamo all’identità storica e culturale delle città. Anche la manifestazione di quest’anno, che nei suoi tre giorni di svolgimento chiude i festeggiamenti del Carnevale in tutta la penisola, conterrà un insieme di iniziative sviluppate in maniera omogenea, che andranno ad animare anche aree decentrate della città.
Saranno quattro le piazze che, con eventi gratuiti, animeranno la fine del Carnevale Ambrosiano 2013: piazza Duomo, piazza San Carlo, piazza San Fedele e piazza Scala. Grande festa finale in Duomo dalle 19 alle 22 con “La Fabbrica di Sogni: le fiabe in Musical”, straordinario ed emozionante spettacolo per tutta la famiglia: le più belle fiabe saranno recitate, cantate e ballate da una compagnia di altissimo livello con scenografie, luci ed effetti di qualità superiore.

Destinatari speciali del carnevale ambrosiano 2013 saranno soprattutto i bambini: ad allietare i più piccoli vi saranno i personaggi dei cartoni animati, i carri della federazione oratori milanesi e la scuola magica di Harry Potter e i pirati. Destinata al pubblico adulto sarà invece la street band dei Wanna Gonna Show che darà vita a uno spettacolo caratterizzato da folklore greco, balli tipici finlandesi, sino a giungere alla tradizione bulgara e portoghese. Il divertimento è garantito!

Dal primo pomeriggio si aprirà un sabato grasso all’insegna di fiabe, magie, spettacoli musicali, giocolerie, e parate viventi: si parte dalle ore 14.00 in piazza Duomo con la parata di apertura – Circo Parata di Carnevale – per proseguire con la scuola magica di Harry Potter, esibizioni di trasformismo e illusionismo sui trampoli, maxi giochi in piazza con le mascotte di carnevale, e terminare alle 19.00 con lo spettacolo di chiusura. L’appuntamento è invece alle 15.00 in piazza San Carlo per lo spettacolo dei “Wanna Gonna Show” – parata di apertura -, la festa continua con l’arrivo dei Pirati e la Sfilata comica di Carnevale, fino alle 20.00 con lo spettacolo di chiusura. Dalle ore 15.00 in Piazza Scala è possibile partecipare al laboratorio di trucco ispirato all’epoca verdiana, assistere al carillon vivente, farsi coinvolgere dal laboratorio creativo con spettacolo di burattini e dal Mago Dylan per concludere dalle 19.00 alle 19.30 con lo spettacolo chiusura. Sempre dalle ore 15.00 si festeggia anche in Piazza San Fedele con distribuzione di chiacchiere e frittelle, per gli amanti della musica è previsto anche il teatro musicale africano con l’esibizione dei Nyatepe del Togo che suoneranno utilizzando strumenti molto particolari come zucche, corna, pelli e conchiglie, mostrando ai bambini come funzionano questi strumenti. Si continua con il Fantasy Show del Carnevale e il Camillo Cromo Circus Balkan Swing.

Dal 13 al 16 febbraio si tiene in contemporanea anche il Clown Festival, accompagnato dalle sfilate degli oratori della diocesi di Milano e dalla sfilata delle maschere tradizionali Arlecchino, Balanzone, Pulcinella, Pantalone, Gianduja e Colombina. Il Milano Clown Festival, l’unica realtà interamente dedicata al Clown e al nuovo teatro di strada, accoglie ogni anno i migliori artisti con l’intento di offrire al pubblico il meglio degli spettacoli internazionali.

photo credit: Frogo Komo