Una ventiduenne ha denunciato di essere stata violentata a Colonia durante i festeggiamenti per il Carnevale. A riportare la notizia, destinata a riaccendere le polemiche sulla sicurezza pubblica nella città tedesca, è la versione online del quotidiano tedesco Bild che cita fonti della polizia di Colonia.

La giovane donna ha riferito alla polizia di essere stata aggredita intorno alle 3 del mattino. La ragazza è stata fermata da un uomo che ha iniziato a importunarla. L’aggressore ha mostrato alle 22enne del materiale pornografico memorizzato sullo smartphone. Le violenze verbali dell’uomo si sono fatte sempre più insistenti. Il giovane ha poi iniziato a picchiare la ragazza. Le percosse sono state così forti da far perdere i sensi alla vittima.

Quando la giovane ha ripreso conoscenza si è resa conto di essere stata stuprata e ha chiamato la polizia e i soccorsi. Secondo quanto riportano i media tedeschi la polizia ha già fermato un sospettato per lo stupro. L’uomo è stato interrogato per ore. Si tratta di un cittadino afgano di 17 anni fermato in un centro profughi.

La polizia nei giorni scorsi aveva aumentato le misure di sicurezza dopo le critiche ricevute per la gestione dell’ordine pubblico a Capodanno, quando decine di donne riportarono di essere state molestate e derubate da gruppi di uomini ubriachi nei pressi della stazione centrale. Le strade più buie sono state illuminate e sono state create delle aree di sicurezza. Le donne scese in piazza per festeggiare il tradizionale Carnevale di Colonia non si lasciano intimidire:

Non ci faremo spaventare così facilmente, non certo da un gruppo di idioti.

Il sindaco di Colonia Henriette Reker ha ribadito che le autorità locali stanno facendo il possibile per permettere a tutti di godersi i 4 giorni di festeggiamenti senza correre alcun rischio. La polizia ha già esaminato decine di ore di filmati ripresi dalle telecamere di sicurezza di bar e ristoranti. Un lavoro certosino che ha permesso di identificare 44 sospettati delle violenze di gruppo di Capodanno. Al momento solo 9 però sono stati localizzati e arrestati.