Vedi alla voce: borse.

Un nuovo capitolo si apre nella carriera della couture shoemaker Caroline Groves, che abbandona il sentiero sicuro tracciato dalle sue bespoke shoes per lanciare la sua prima linea di borse.

Il tutto prende il via, ancora una volta, da una richiesta: nasce così la Campdem Bag, prima borsa su commissione per la designer.

Abituata a lavorare pellami, Caroline Groves si lancia nella lavorazione della nappa, dedicandosi ad ogni singola cucitura e prestando attenzione al minimo dettaglio, monogramma personalizzabile compreso.

A questo primo tentativo riuscito ne seguiranno altri, in cui la couture shoemaker si diverte a dare sfoggio delle sue più ricercate abilità.

E’ il caso della Dovers Bag, liberamente ispirata allo stile Regency, che strizza però l’occhio alla modernità con le sue dimensioni in scala iPad. A fare da fil rouge tra legno e pelle rossa uniti in un ricercato ton sur ton sono qui intarsi di rose in rilievo.

E’ la Cadley Bag che porta invece Caroline Groves a cimentarsi con il ricamo crewel, antica arte decorativa che vede sbocciare ancora oggi, dopo oltre mille anni dalla sua prima apparizione, colorati fiori di lana.

Tra maglie d’argento e dettagli in ottone, tra rose ricamate sulla pelle e applicazioni per vimini realizzate all’uncinetto ecco che nascono le borse di questa raffinata designer inglese, couture shoemaker per professione ma artista per vocazione.

Borse made in England dal gusto unico, quello di Caroline Groves.