In stand by la tendenza a trascorrere le vacanze in albergo: per i soggiorni brevi si preferisce la casa.

Anche nel settore del turismo si sentono gli effetti della crisi: i consumatori si vedono costretti a cambiare abitudini e a cercare alternative più economiche. Fra albergo e appartamento in affitto, optano oggi per la casa anche per soggiorni molto brevi.
Lo conferma RentClass, operante proprio nel settore degli affitti short-term.

Secondo l’indagine, infatti, le richieste per l’affitto di case sono sempre più spesso a brevissimo termine: meno di un mese, addirittura due o tre notti, periodi che tradizionalmente sono coperti dall’offerta alberghiera. Manager e imprenditori che devono soggiornare a Milano settimane o mesi per motivi di lavoro, ma anche persone che si trattengono solo pochi giorni, per congressi o fiere e per viaggi di piacere, preferiscono prendere in affitto un appartamento.

Le cause di questi cambiamenti di abitudini dei consumatori vanno individuate in due fattori decisamente determinanti a livello economico: la crisi sempre più pesante e l’aumento delle tariffe alberghiere. Secondo il Trivago Hotel Price Index, ad esempio, a Milano, nel 2011, i prezzi degli alberghi sono aumentati del 24% rispetto al 2011, arrivando a una media di 149 euro a notte per una camera doppia: oggi in appartamento si riesce a spendere di meno.

Tuttavia, secondo RentClass, per allettare una clientela che cerca il risparmio è necessario offrire servizi e comodità che eguaglino il trattamento in hotel. Chi affitta immobili per periodi così brevi può essere realmente competitivo sul mercato solo se offre rapidità nel concludere la trattativa, formule chiavi in mano, servizio di pulizia e connessione wi-fi.

E naturalmente la casa deve trovarsi in zone strategiche della città, vicino ai maggiori poli fieristici e congressuali e ben servita dai mezzi di trasporto. E poi non si risparmia solo sul costo dell’albergo, ma anche sui costi dell’alimentazione fuori casa. In un appartamento, infatti, è possibile cucinare e così si risparmia su bar e ristoranti. E poiché è possibile trovare sistemazioni anche a 150 euro a notte, allora l’affitto si rivela davvero più economico e quindi più appetibile anche per un solo week end.