Claudio Abbado, grandissimo direttore d’orchestra contemporaneo, una volta ha detto: “La cultura è un bene primario come l’acqua; i teatri, le biblioteche e i cinema sono come tanti acquedotti“. Qualche italiano, fortunatamente, ne è ancora consapevole e, convinto dell’importanza vitale della Cultura, ha deciso di costruire un luogo nel quale valori come la libertà, la tolleranza, l’autonomia e la consapevolezza fossero di casa.

E’ così che nel 1946 è nata la Casa della Cultura: un’associazione di persone che crede nell’importanza della democrazia culturale. Il fondatore Antonio Banfi, filosofo italiano celebre per essere tra i firmatari del Manifesto degli intellettuali antifascisti redatto da Benedetto Croce, ha concepito questa dimora per una Milano progressista, civile e libera, impegnata a partecipare attivamente allo scambio di idee, a cogliere le urgenze dell’attualità, ad aprire un dialogo costruttivo tra visioni differenti di uno stesso popolo.

Ogni anno l’associazione propone un programma di incontri, seminari, presentazioni letterarie e corsi aperti a chiunque voglia parteciparvi. A partire da settembre, sino al giugno, sono tantissimi gli appuntamenti con ospiti nazionali e stranieri. Esperti, artisti, professori aperti a qualsiasi tipo di argomento: filosofia, psicanalisi, letteratura, arte, novità editoriali, cinema, media, società, senza mai dimenticare l’importanza della politica e dei problemi della società attuale.

Leonardo.it proverà a seguire alcuni degli eventi in programmazione alla Casa della Cultura, con l’obiettivo di condividere con Voi lettori esperienze e punti di vista differenti, per arricchire il nostro background e seguire l’evoluzione di ciò che ci circonda e, insieme a noi, cambia. Scoprite qui i prossimi appuntamenti in programmazione alla Casa della Cultura.