“Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico” si legge sul Qs. Un titolo choc che ha scatenato una bufera sul web e che ha spinto l’editore Andrea Riffeser Monti ad intervenire scusandosi con i lettori e sollevando dall’incarico, con effetto immediato, il direttore del QS Giuseppe Tassi, che gestisce le notizie sportive de Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno. In un’intervista esclusiva al Corriere.it, Tassi ha spiegato cosa è successo fornendo la sua versione dei fatti: “Non c’era alcuna intenzione discriminatoria o sessista nel titolo. Il termine aveva una connotazione affettiva. Con questo titolo volevamo rilevare, in tono affettuoso, che anche le persone comuni possono diventare delle atlete di altissimo livello”.

Caso Cicciottelle, il titolo choc

Anche il direttore del QS si era accorto che il titolo sarebbe potuto essere offensivo: “Lo abbiamo pensato al punto che lo abbiamo corretto in seconda edizione. Ci siamo resi conto che poteva urtare la sensibilità di alcune persone. Comunque è stato un errore dovuto alla concitazione dei tempi di lavorazione e di chiusura del giornale”. E se fossero stati tre arcieri maschi li avrebbero etichettati come “il trio dei cicciottelli”? “Se avessero avuto connotazioni fisiche simili, sì”.

Questi – secondo il direttore del QS – sono “i tempi del politicamente corretto e di una maggiore sensibilità”: “Tutti dobbiamo adeguarci e per questo è stato giusto chiedere scusa. Abbiamo fatto un errore e lo abbiamo ammesso” ha concluso Giuseppe Tassi.