Le espadrilles, conosciute in Spagna come alpargatas nascono tra i pescatori della Spagna Occidentale e dei Paesi Baschi.

Da allora, per circa due secoli si intreccia lo “sparto”, una fibra naturale, per farne suole di agili calzature in tela. Da quel momento furono apprezzate da tutti, uomini, donne, bambini, e le hanno portate intellettuali come Salvador Dalì e lo scrittore Bioy Casare.

A Castañer, azienda con più di cento anni di storia alle spalle, il merito di aver trasformato questo  “classico popolare” in un’icona di stile in tutto il mondo.

La storia di Castaner, affonda le proprie radici nel lontano 1927, anno di fondazione dell’azienda da parte di Luis Castaner. Superato il duro periodo della guerra il brand comincia a farsi conoscere, ma è negli anni ’60 che avviene il salto di qualità. Castaner è riuscito a trasformare le espadrillas, in scarpe d’alta moda, soddisfando la richiesta di Yves Saint Laurent, incontrato da Lorenzo (figlio di Luis) durante una fiera parigina. Lo stilista francese chiese infatti ai Castaner di realizzare una espadrilla con la zeppa, da quel momento le calzature Castaner divennero icona di tendenza e celebri in tutto il mondo.

Il Brand inoltre pensa anche a quello che per molte donne è il momento più importante della loro vita e propone la nuova Bridal Collection per la Primavera/Estate 2016.

La prima sposa che ha scelto Castañer per il suo look è stata Claudia Schiffer, e oggi, come lei, tante giovani spose hanno scelto le espadrilles, rigorosamente candide, per vivere in bohochic il giorno più bello. A loro  Castañer ha dedicato una serie di modelli, uno più bello dell’altro.